Emanuele Trevi

Nato a Roma il 7 gennaio 1964, è un critico letterario e scrittore italiano.
Figlio dello psicoanalista junghiano Mario Trevi, è editor e autore di saggi e romanzi. Ha debuttato nella narrativa nel 2003 con I cani del nulla, uscito presso Einaudi Stile Libero. È stato direttore creativo (con Arnaldo Colasanti) della Fazi editore, ha curato una collana presso Quiritta editore e, con Marco Lodoli, l’antologia scolastica Storie della vita edita da Zanichelli.
Con il libro reportage sul poeta Pietro Tripodo, Senza verso. Un’estate a Roma edito da Laterza ha vinto il Premio Sandro Onofri.
Collabora con Radio 3 e ha scritto su diverse riviste come “Nuovi Argomenti”, “Il caffè illustrato” e su quotidiani quali “La Repubblica”, “La Stampa” e “Il manifesto”.
È sposato con la scrittrice Chiara Gamberale.
Opere:

  • Istruzioni per l’uso del lupo, Castelvecchi, Roma 1994 e 2002; Elliot Edizioni, Roma 2012.
  • Musica distante: meditazioni sulle virtù, Mondadori, Milano 1997; Ponte alle Grazie, Milano 2012.
  • I cani del nulla. Una storia vera, Einaudi, Torino 2003.
  • Senza verso. Un’estate a Roma, Laterza, Roma-Bari 2005.
  • L’onda del porto. Un sogno fatto in Asia, Laterza, Roma-Bari 2005.
  • Invasioni controllate (con Mario Trevi), Castelvecchi, Roma 2007.
  • Letteratura e libertà (con Raffaele La Capria), Fandango Libri, Roma 2009.
  • Il libro della gioia perpetua, Rizzoli, Milano 2010.
  • Qualcosa di scritto, Ponte alle Grazie, Milano 2012.
  • Il viaggio iniziatico, Laterza, Roma-Bari 2013.
  • Il popolo di legno, Einaudi, Torino 2015.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *